Principi Generali

 

  • I minori sono ammessi nella struttura a seguito di richiesta da parte dei servizi sociali territoriali.
  • La temporaneità della permanenza del minore caratterizza l'accoglienza residenziale.
  • La stuttura garantisce il soddisfacimento dei bisogni primari e assistenziali degli ospiti.
  • Per ogni minore accolto viene predisposto un piano personalizzzato educativo-assistenziale, definito dall'équipe degli operatori della struttura, in collaborazione con gli operatori del Servizio sociale territoriale, coinvolgendo la famiglia e il minore stesso.
  • Il Gruppo-Appartamento è caratterizzato dalla flessibilità organizzativa e dalla partecipazione degli ospiti alla gestione del servizio al fine di instaurare un clima di interrelazioni che stimoli l'acquisizione di comportamenti autonomi e differenziati.
  • L'organizzazione delle attività all'interno della struttura segue un progetto finalizzato alla più ampia integrazione sociale del minore, che comprende lo studio, il tempo libero e l'inserimento lavorativo.

(D.G.R. Lazio n. 1305/2004, n. 124/2015, n. 126/2015 e successive modificazioni e integrazioni)

 

Destinatari

 

 

"Minori, prevalentemente adolescenti, sottoposti a misure dell'autorità giudiziaria, privi del supporto familiare o per i quali la permanenza in famiglia sia impossibile o contrastante con il piano personalizzato educativo-assistenziale".

(D.G.R. Lazio n. 1305/2004, n. 124/2015, n. 126/2015 e successive modificazioni e integrazioni)

 

 

Gestione e Responsabilità

 

La Cooperativa Sociale "Xenia".
Responsabile: Dottor Renato Martorelli.

 

 

Carte Dei Servizi

 

Scarica le Carte dei Servizi:    Carta dei Servizi di Priverno, Carta dei Servizi di Sezze